Il Logo di TeleTec.it - Va in Home Page
 
Come Realizzare un Cloud in Casa ed Accessibile anche Tramite Internet | TeleTec.it
Data: 26.08.2017 - 09:08:04 Ecco un tutorial, grazie al quale potrai scoprire facilmente, come avere un servizio Cloud personale. Ecco quello che c'è da fare.

Con i nostri consigli e questa guida riuscirai ad avere un servizio di Cloud personale direttamente a casa o in ufficio, in modo facile e con la massima sicurezza. Ti ringraziamo di cuore per tua la visita e benvenuto su Teletec.it, il portale con tantissimi tutorials dedicati alla Tecnologia, all'Informatica, a Internet e alla Telefonia.

La guida per Avere un Servizio Cloud Personale
Enza, una nostra utente che oramai ci segue con passione, giornalmente e da tantissimo tempo, ci ha contattato tramite email per saperne di più su come poter creare un Cloud server in casa.

Ci ha scritto tramite email che desidera avere la possibilità di poter accedere ai suoi dati, non solo dalla sua rete privata, ma anche tramite internet. Proprio per questo motivo ci ha chiesto aiuto nel trovare una soluzione che sia facile da attuare e da mettere in pratica.

Come Creare un Server in Casa

Avere un servizio Cloud a casa, accessibile e condivisibile, sia tramite la rete interna, che tramite internet è una cosa possibile da fare e può essere fatta in modo semplice e veloce.

Prima di tutto dobbiamo stabilire che tipo di server realizzare. Possiamo optare per avere un server Cloud o un Web server. La differenza sta nel fatto che il Cloud ci permette di accedere ai nostri dati velocemente, guardare video, ascoltare musica, aprire e modificare documenti, mentre un server web generalmente è utilizzato per farci girare un sito web e i dati sono accessibili tramite link (url) o tramite FTP.

Come Creare un Web Server
Se optiamo quindi per un web server quello che dobbiamo fare è munirci di un computer da utilizzare per tale scopo. Installiamo nel computer un web server e poi lo colleghiamo in rete tramite DNS. Più in basso potrai leggere la procedura completa per configurare i DNS.

Avendone già parlato in passato, quello che ti serve puoi trovarlo in questa guida:
Come Installare un Server Apache per utilizzare il PHP nel Proprio Computer

Come Creare un Cloud Personale
Per la soluzione di un Cloud personale puoi optare per uno dei tanti servizi presenti in rete, come Google Drive, OneDrive e molti altri che offrono spazio gratuito, oppure un altro servizio completo, che avevamo proposto in passato è disponibile in questa guida:

Come Creare un Server Multimediale

In un modo o nell'altro sono tutte soluzioni che possono essere messe in pratica velocemente e senza nessuna specifica conoscenza tecnica in questo ambito.

Come Realizzare un Cloud Personale

Se invece il tuo obiettivo personale è quello di avere proprio un server tutto tuo, allora devi acquistare un NAS e configurarlo per accedere ai dati al suo interno sia tramite rete privata, che Internet. Un Network Attached Storage (NAS) è un dispositivo collegato alla rete la cui funzione è quella di consentire agli utenti di accedere e condividere una memoria di massa, in pratica costituita da uno o più dischi rigidi, all'interno della propria rete o dall'esterno.

I vantaggi offerti dai dispositivi NAS sono molteplici. Innanzitutto un NAS permette di centralizzare l'immagazzinamento dei dati in un solo dispositivo accessibile a tutti i nodi della rete, altamente specializzato per le prestazioni; quindi un NAS permette di implementare schemi RAID (Redundant Array of Indipendent Disks), i quali garantiscono una migliore gestione della sicurezza dei dati. Normalmente un NAS consente l'eventuale rimozione ed aggiunta di dischi 'a caldo' (hot swap), senza la necessità di disattivare l'unità (Wikipedia).

In commercio ci sono tanti tipi di NAS, di tante marche e di tanti prezzi, basta effettuare una ricerca con Google per farsene un'idea, ma hanno in comune tutti la stessa cosa. Quando si inizializza un NAS al suo interno si deve creare un account, possibilmente protetto da password, per evitare che chiunque possa accedere ai dati. Creare un account è semplicissimo e la procedura è ampliamente descritta nei manuali di istruzioni del NAS stesso.

Al NAS dobbiamo aggiungere almeno 2 Hard Disk (dischi fissi) che sono quelli che memorizzeranno i nostri dati. Per una maggiore sicurezza è preferibile adottare il sistema RAID1 che permette di avere una copia di sicurezza dei dati nel secondo disco. In pratica è un dispositivo mirror, che funziona in questo modo:

Quando memorizzi i dati nel disco 1, automaticamente vengono memorizzati nel disco 2, così se uno dei due dischi dovrebbe smettere di funzionare (ad esempio a causa di un guasto), i dati potranno essere recuperati dal secondo disco. Difficile, anche se non impossibile, che entrambi i dischi si danneggino o si guastino nello stesso momento.

Quindi fino ad ora abbiamo detto che ci vuole:

- 1 NAS
- 2 Hard Disk

Il NAS va collegato ad una delle porte LAN del router e sarà gestito tramite un Web Browser (Google Chrome, FireFox, Opera, etc...), oppure tramite FTP o ancora tramite 'Rete' dal sistema operativo (con un File Manager come Windows Explorer).

Se invece vogliamo accedere al NAS (che farà appunto da Cloud per i nostri dati) tramite Internet la cosa si complica un pochino. In questo caso infatti dobbiamo prima di tutto controllare se il nostro router ci permette di gestire i DNS. Infatti non tutti i router permettono di poter effettuare una configurazione personalizzata dei servizi. In alcuni casi basta l'aggiornamento del firmaware per accedere a tutte le funzioni del router, in altri invece è proprio impossibile.

Se il nostro router quindi non è altamente configurabile allora va sostituito con un router più professionale.

A questo punto la spesa aumenta:

- 1 NAS
- 2 Hard Disk
- 1 Router

Come Configurare i DNS per Accedere al Nostro Cloud Tramite Internet

Il sistema dei nomi di dominio (in inglese: Domain Name System, DNS), è un sistema utilizzato per la risoluzione di nomi dei nodi della rete (in inglese: host) in indirizzi IP e viceversa. Il nome DNS denota anche il protocollo che regola il funzionamento del servizio, i programmi che lo implementano, i server su cui questi girano, l'insieme di questi server che cooperano per fornire il servizio. I nomi DNS, o 'nomi di dominio', sono una delle caratteristiche più visibili di Internet. L'operazione di conversione da nome a indirizzo IP è detta risoluzione DNS; la conversione da indirizzo IP a nome è detta risoluzione inversa (Wikipedia).

Ora, per non complicarsi troppo la vita nell'utilizzare numeri di 12 cifre separati da punti, possiamo acquistare un dominio web di nostra proprietà, oppure rivolgerci a servizi che offrono i DNS in modo gratuito. In questo secondo caso ci basterà fare una ricerca su Google e scegliere quello che ci piace di più.

Se invece siamo intenzionati ad utilizzare il Cloud in modo più professionale, ad esempio perché condividiamo i dati con i nostri colleghi, oppure per fare delle dimostrazioni dai nostri clienti utilizzando come risorse il nostro Cloud, allora ci conviene acquistare con meno di 10 euro all'anno un dominio web con i servizi DNS. Bisogna quindi acquistare un dominio internet, ad esempio miosito.it e scegliere il servizio DNS. In questo modo il dominio punterà successivamente al nostro computer di casa o d'azienda, oppure al nostro Cloud personale.

Facciamo finta che il nostro indirizzo IP (di casa o di ufficio) è 111.222.333.444

Colleghiamoci con la pagina che gestisce il nostro dominio ed inseriamo il nostro IP. Accediamo al router ed abilitiamo la funzione di trasferimento dall'IP al server (vedi manuale del tuo router).

Quello che succede in pratica è che Tizio scrive miosito.it, che viene trasformato in un numero (IP), che corrisponde al nostro indirizzo IP, arriva quindi nella nostra rete dove il Router lo instraderà in automatico alla pagina di gestione del server. Infine Tizio inserirà le sue credenziali e potrà avere accesso a tutti i dati, guardare un film o ascoltare musica.

Facendo un riepilogo veloce quindi ci serve:

- 1 NAS
- 2 Hard Disk
- 1 Router
- 1 Un Dominio Web

Il Dominio Web non è obbligatorio ovviamente, ma una cosa è scrivere miosito.it e un'altra è 111.222.333.444

Infine, ma non per ultimo, dobbiamo affrontare ancora un'ulteriore spesa, quella di un gruppo di continuità. E' impensabile avere un Cloud senza un gruppo di continuità. Nel gruppo di continuità va inserito sia il NAS che il Router, non solo per evitare disservizi, ma per non fare guastare il NAS o i dischi fissi e per evitare che il Router cambi indirizzo IP con il risultato che il server non è più raggiungibile. Infatti quando spegniamo o riavviamo il router, se non abbiamo un IP statico, l'IP è destinato a cambiare con la conseguenza che il nostro dominio web punterà in un IP non più in uso o che comunque non è più quello nostro.

Quindi in tutto ci serve:

- 1 NAS
- 2 Hard Disk
- 1 Router
- 1 Un Dominio Web
- Un gruppo di continuità

Vedi Anche:
10 Motivi sul perché Scegliere di Installare un Gruppo di Continuità

Come installare un Gruppo di Continuità

 
 

Altre Guide Server

 
Come Creare un Server FTP in una Rete Privata con Core FTP Mini Server
Tutte le guide per Server

Spero di esserti stato d'aiuto.
Sono Rosario Sancetta, il responsabile di questo sito. Sono un programmatore informatico dal 1991, un Top Contributor di Google, Eccellenza in Digitale Italiana ed Europea ed esperto in Web Marketing.



Da PcGuida.com Trend
#Si possono bere alcolici dopo aver fatto il vaccino contro Covid-19?

#18 Gennaio 2022

#Consumo Benzina: I Consigli per Consumare Meno

#Come Impedire di Far Appannare i Vetri dell'Auto

#Trading Online - Guide per Iniziare

#Fare Soldi Online - Ecco 4 Utilissime Guide

#Assicurazione Auto Online

 
^ Torna Su ^